sabato 26 febbraio 2011

IS-2 Italeri e T-34 Armourfast



Lo Stalin II della Italeri, per quanto piuttosto semplice, è un modello divertente da realizzare e che richiede poco tempo.
La mimetizzazione che ho scelto (inclusa nelle istruzioni) è un po' sospetta, o perlomeno molto atipica.
Però è simpatica e diversa dal solito verde dei mezzi sovietici. Le decal erano troppo grandi, avrei dovuto applicarle prima di incollare le maniglie ai lati della torretta, per cui ho preferito dipingere i numeri a mano. Il risultato non è nemmeno troppo male tutto sommato.
La seconda foto mostra chiaramente perchè non bisognerebbe usare il flash per fotografare i propri modelli.
Nella scatola erano inclusi due modelli: uno normale e uno fast assembly (che ho passato ad un amico).
Il modello normale è di buona qualità, anche se è piuttosto semplice. Il suo compagno invece ha alcuni difetti, in particolare non ha il fondo della torretta, per cui è possbile vedere attraverso, e il cannone può essere montato in un'unica posizione, ossia ad elevazione massima. Inutile dire che l'aspetto finale è piuttosto innaturale. Tutto sommato però come pezzo da wargame è utile, essendo facile da montare e resistente alle sollecitazioni del campo di gioco.

Italeri's IS-2 it's a fun project, it's easy to build and takes little time to complete.
I've chosen this camouflage because it looked nice and was quite different from the usual soviet green.
Decals were by far too big, so I chose to paint the numbers by hand. The result is not too bad, after all.
The second photo clearly shows the reason why you shuld never use the flash for your photos :)
The box originally included two kits: this one (the regular one) and a second IS-2 (a fast build kit). I built the first one and gave the fast build Stalin to a friend. It took a couple of hours for him to build and paint it, despite being his first scale model. That was indeed fast building, because the kit has really few parts, it doesn't even have the bottom part for the turret - and you can look through it! Also the gun can only be built in full elevation... really unnatural position! on the pros side, the model came out very sturdy, and has seen a lot of wargaming since.




I primi T-34 della Armourfast erano a dir poco grezzi, adeguati come pezzi da wargame ma pessimi come modelli da esposizione. A differenza degli Sherman M4 della stessa ditta, che sono semplificati ma pur sempre corretti dal punto di vista storico, questi T-34 sono pieni di piccole inesattezze, oltre che fuori scala (decisamente troppo grandi!).
Per fortuna la Armourfast li ha sostituiti nella catena di montaggio con nuovi kit di qualità superiore.

Ho usato uno dei due carri presenti nella scatola per sperimentare questa mimetizzazione invernale. Visto il tempo impiegato per montare e dipingere il pezzo (suppergiù un paio d'ore in tutto) è venuto fin troppo bene. Le decal non sono originali, le ho recuperate dalla scatola dei pezzi di ricambio. Non so nemmeno da che kit provenissero, ma alla fine ci stanno bene :)
Ah, la torretta del modello era vuota nella parte inferiore, per cui ci si vedeva attraverso: ho applicato un fondo di carta e un anello sempre di carta per risolvere questo problema. Adesso è decisamente più presentabile.

Armourfast's first T-34s were really crude models, decent as wargame pieces but ugly as display models.
While their M4s were too simplyfied, they were at least historically correct. These T-34 on the other side are both too simple and also somehow incorrect - in fact, they're too big, and expecially too high.
I used one of the two kits from the same box to try out this winter camo. It took me a couple of hours to build and paint it, the result after all is not that bad. The decals are from God-only-knows-which kit; well they look soviet enough, at least for wargaming.
A big proble from this kit is the turret: it has no bottom part, so you can look through it. I quickly solved this matter by gluing a piece of paper to the bottom of it, then adding a ring, also made of paper. Now it looks far better!

Nessun commento:

Posta un commento